share

Come vestirsi per un MATRIMONIO: regole dell'outfit ed errori da evitare








Un invito al matrimonio di una coppia di amici o parenti può essere un'ottima opportunità per sfoderare un outfit speciale, ridando nuova vita ad un vecchio e splendido abito da cerimonia quasi mai indossato, oppure cogliendo l'occasione per regalarsi un nuovissimo completo elegante. Prima di correre in camerino a provare il nostro nuovo outfit da matrimonio, però, fermiamoci a riflettere sulle semplici ma essenziali ed irrinunciabili regole per vestirci in modo consono ed ammirevole. La festa per un matrimonio, infatti, non equivale ad un semplice party tra amici: si tratta di un'occasione ben più solenne e formale che non può trovarci impreparate o, ancor peggio, inadeguate al contesto! Ecco, dunque, una lista di regole da seguire, errori da evitare e domande fondamentali alle quali rispondere (con onestà da fashionista d'onore!) per scoprire come vestirsi in modo perfetto per un matrimonio!





La prima regola da seguire rigorosamente per creare il perfetto outfit da impeccabile invitata ad un matrimonio è quella di indossare un abito o un completo che per nessuna ragione al mondo si avvicini al colore bianco. Questo lo sappiamo tutte: il bianco è assoluta prerogativa della sposa, rubarle la scena sarebbe un reato! Eppure non tutte sanno che non si tratta solo di evitare il bianco, bensì anche tutti i suoi derivati e le sue sfumature cromatiche che virano al panna, al crema, al ghiaccio, all'avorio, al grigio perla: insomma, non è mai il caso di indossare un colore da atelier da sposa! E' permesso il rosa nelle sue tonalità del cipria e del pesca chiaro, ma mai con accessori bianchi: sarà meglio preferire accessori dai colori più accesi, scuri o vivaci, per evitare l'effetto sposina.





Vietatissimo fino a qualche anno fa per via della sua associazione ad occasioni ben più tristi di un matrimonio, come i funerali, il nero sembra essere tornato di gran moda per festeggiare una coppia di sposi. In effetti, perché rinunciare al fascino del classico ed intramontabile little black dress in occasione di un matrimonio? Sì al nero per le amanti dell'eleganza classica e senza tempo, ma non senza una regola ben precisa: l'abito o il completo nero non dovranno comparire prima del tramonto! Un po' come la storia di Cenerentola, ma al contrario. L'abito nero è adeguato quando riesce ad essere straordinariamente elegante, abbinato a glitters, luccichii sfavillanti e ad un look mozzafiato. Per questo è il caso di indossarlo solo in occasione di matrimoni che si celebrano nel tardo pomeriggio, per grandi festeggiamenti notturni. L'abitino nero può essere sdrammatizzato, nel pomeriggio, con accessori colorati, mentre il classico nero in lungo sarà impeccabile in serata con la sua dose di argento o oro.









Come vi sentireste se gli invitati alla vostra tanto attesa festa in maschera non rispettassero il dress code carnevalesco, indossando semplici ed anonime tute da ginnastica e lasciandovi le sole ad indossare un costume? Se proprio non siete amanti delle formalità, dell'eleganza ad ogni costo e dei tacchi alti, ricordate in ogni caso che la festa di un matrimonio è un po' come una festa in maschera: l'occasione (ed il festeggiato) impongono, in modo più o meno rigido, un dress code ben preciso, e sarebbe poco educato non seguirlo. Che vi piaccia o no, un matrimonio si rivela quasi sempre un evento speciale, al quale partecipare con il classico "abito della festa". Un outfit casual è decisamente vietato, specialmente se in jeans strappati, scarpe da tennis, shopper da giorno o t-shirt oversize. Lasciate il vostro look casual al tempo libero e dedicate il vostro outfit, per un giorno solo, ai festeggiati! Non dimenticate, soprattutto, che in occasione di un matrimonio il casual sarà assolutamente bandito anche se cercherete di camuffarlo con un mix&match: jeans skinny con tacchi alti e borsetta glitterata, abitino elegante con sneakers in tela, una canotta sportiva sotto un blazer formale... si riveleranno, in ogni caso, degli outfit inadeguati. Avvantaggiatevi cercando la comodità e la praticità in capi semplici ma pur sempre raffinati. Se non tollerate i tacchi, optate per un paio di ballerine, comodissime anche se decorate con ricami, applicazioni o glitters. Se non amate indossare completi in tessuto gessato o abiti corti, scegliete una comodissima tuta jumpsuit elegante, preferendola in tessuti delicati, leggeri e lucidi come la seta o il raso: sarà perfetta anche senza un tacco 12, magari nel modello più elegante con spalline sottili o monospalla. Ricordate che spesso basta scegliere un tessuto speciale per conferire più eleganza ad un abito sobrio e semplice.




  
Per le più attente ed assidue ammiratrici del galateo delle cerimonie, ecco una regola sulla scelta cromatica dell'abito da perfetta invitata ad un matrimonio. Secondo il galateo di questa festa formale ed elegante, ad ogni fascia oraria della giornata corrisponde una palette di colori e sfumature più idonee nella scelta dell'outfit. Come per la luce del giorno, chiara e luminosa al mattino, più scura e soffusa di nera, è buona norma indossare abiti dai colori chiari, come le classiche tonalità pastello, in occasione di matrimoni celebrati nella mattinata. Per un matrimonio celebrato nel pomeriggio, i colori pastello assumeranno sfumature più ombrose: l'azzurro pastello lascia il posto ad un blu carta da zucchero, il verde acqua ad un bel verde giada, il rosa cipria ad un color vinaccia. Infine, se i festeggiamenti proseguono fino alle tarde ore serali, l'abito perfetto assume colorazioni più scure, profonde e notturne, come quelle del blu notte, del viola, del borgogna, del nero. Anche il make up risponderà, di conseguenza, alla medesima regola: lasciamo gli smokey eyes più cupi e le labbra scarlatte al tardo pomeriggio, preferendo make up più naturali e luminosi durante le ore di luce.









Non dimentichiamo che oltre all'abito c'è di più: l'accessorio perfetto! La scelta della borsa per la creazione di un outfit da cerimonia, che si tratti di un matrimonio festeggiato di giorno o di sera, è fondamentale e dovrà rispettare alcune regole. Iniziamo dalle dimensioni: una borsa troppo grande, come una shopper o una tote bag, per quanto elegante o supergriffata, sarà pur sempre considerata una borsa da giorno non adatta ad un look formale per una cerimonia. Non stiamo andando ad un'importante riunione di lavoro o ad un pranzo aziendale! L'eleganza da cerimonia risponde a regole ben diverse rispetto a quella di un look professionale o da festa informale tra amici. Sarà bene, dunque, preferire borse dalle dimensioni contenute, non necessariamente minuscole. Anche il tessuto ha la sua importanza: vietato indossare borse in tela, in rafia, in paglia, in camoscio. Molto meglio scegliere una borsa in pelle o similpelle, in raso, in materiali rigidi (come le classiche clutch) o decorati. Non dimenticate di scegliere il modello giusto: un bauletto a mano, una cartella satchel, uno zainetto o una borsa bucket a secchiello non saranno mai adatte al look per un matrimonio! Preferite pochette o borse a mano, senza manico, oppure borse piccole da indossare in spalla con una tracolla, più o meno lunga, in metallo (la classica catenina).






Se lo chiamano "intimo" ci sarà un motivo: non va mostrato in pubblico, mai e poi mai, men che meno in occasioni eleganti, men che meno durante una cerimonia, sotto un abito elegantissimo, scollato o senza spalline. Se optate per un abito strapless, senza spallina o con spallina sottile, oppure per un look con scollatura sulla schiena, ricordate di non mostrare la vostra lingerie per nessun motivo al mondo: sarebbe un errore imperdonabile, ed il galateo del dress code non perdona errori del genere! Potrete scegliere un reggiseno senza bretelline dalla fascia sottile, per evitare che le spalline della lingerie facciano capolino sotto il vostro abito o che la fascia in pizzo del reggiseno sia visibile sotto le braccia, oppure per reggiseni dalle bretelline incrociate dietro la schiena, ben nascoste in caso di scollatura sul retro. Anche i colori della biancheria sono importanti, per reggiseno o slip: dovranno essere invisibili, soprattutto sotto un abito chiaro. Scegliete lingerie color carne, in modelli morbidi e comodi per evitare i segni visibili del taglio del tessuto sotto abiti molto aderenti.








Si sa che il fascino di un abito lungo è irresistibile: in quale altra occasione, potremmo domandarci, ci ritroveremo ad indossare uno splendido abito da principessa, se non per un elegantissimo matrimonio? Attenzione, però, alla scelta dell'abito e della sua lunghezza. L'abito lungo è solitamente concesso, all'invitata ad un matrimonio, solo in occasione di una celebrazione formale dal dress code molto elegante, nelle ore serali e notturne, naturalmente in colori o textures che non si avvicinino troppo all'abito della sposa. Un abito lungo sarebbe fuori luogo per un matrimonio festeggiato di giorno, soprattutto se in colori scuri o in tessuti troppo decorati. Nel caso di un matrimonio celebrato nel pomeriggio, un abito lungo può essere adeguato ed un po' spiritoso nelle textures più colorate, come il floreale. Attenzione a non sembrare una sposa: vietatissimo l'abito lungo in colori chiari e tessuti particolari (come il tulle, l'organza, il raso).






Avete presente quei momenti disastrosi in cui, dieci minuti prima dell'inizio di una cerimonia, il tacco della scarpa perfetta, quella che si intona a meraviglia con l'abito, quella luccicante, stupenda, da sogno... decide di rompersi? Ebbene, a me è capitato. Con il sandalo perfetto. Dieci minuti prima del matrimonio al quale ero stata invitata. In quel momento avrei tanto voluto avere con me un kit di emergenza fashion: non avrei avuto bisogno di tornare di corsa a casa per cambiarmi, arrivando al matrimonio in ritardo! Per questo vi dico che potrebbe capitare anche a voi: non fatevi trovare impreparate alle disastrose emergenze! Le scarpe potrebbero rompersi, le calze smagliarsi, il trucco sciogliersi impietosamente per l'emozione (o per le afose temperature estive)! Portare sempre con voi un kit d'emergenza: un paio di scarpe di ricambio da tenere in auto, un paio di collant ed una pochette con specchietto e make up da tenere in borsetta.


1 commento:

Anonimo ha detto...

Bellissimo post. Dovrebbe essere stampato e allegato all'invito alla cerimonia. Purtroppo oggi come oggi capita di vedere molte più persone che infrangono queste regole base che quelle che invece le rispettano. A ogni cerimonia regolarmente innoridisco davanti a tanta volgarità e "sciatteria". Molte persone pensano di recarsi in discoteca o a una festa di teen agers (pur superando di gran lunga l'età ). Veramente triste......

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...