share

Come valorizzare il FISICO A CLESSIDRA

Come valorizzare il FISICO A CLESSIDRA






Il fisico chiamato “a clessidra”, spesso invidiato ed ambito da tutte le donne alla ricerca delle proporzioni perfette ed armoniose, mostra una conformazione effettivamente ben proporzionata, con una corrispondenza equilibrata tra le misure del torace, delle spalle e del décolleté e quelle dei fianchi e del fondoschiena. La donna clessidra ha un seno formoso, con un torace ampio, un punto vita ben segnato e fianchi larghi e sporgenti, simmetrici con la linea delle spalle, con gambe morbide. Il fisico della clessidra può vantare, inoltre, la fortuna di prendere peso in modo piuttosto uniforme, mantenendo sempre l’equilibrio nelle sue proporzioni. Eppure, le donne dalla silhouette a clessidra, tanto invidiate, temono spesso di avere un fisico eccessivamente curvy, troppo formoso ed abbondante, difficile da vestire con eleganza. Effettivamente la donna clessidra, ad eccezione della cosiddetta “clessidra magra”, dal fisico minuto e snello, è spesso formosa e prosperosa, ed alcune dritte sui modelli, i colori ed i tessuti da indossare potranno senza dubbio aiutarla a valorizzare una silhouette curvy e femminile, ottenendo uno stile raffinato e distinto. Ecco i consigli per valorizzare il fisico a clessidra.

Il punto forte del fisico a clessidra, da mantenere sempre in risalto con la scelta degli abiti giusti, è il punto vita: il punto vita della donna clessidra, infatti, è sempre ben segnato rispetto alle morbidezze del corpo ed alle linee del torace e dei fianchi, e per questo è sempre un’ottima idea quella di evidenziarlo, scegliendo capi ed accessori fascianti che non lo infagottino mai. Un abito sagomato, una gonna stretta in vita, una cintura alta sono gli elementi imprescindibili per un outfit davvero perfetto.

Per la stessa ragione, i capi oversize che nascondono le curve e le forme della silhouette sono sempre da evitare, per la donna clessidra: lo scopo dell’outfit impeccabile per il fisico a clessidra è, infatti, quello di mantenere l’equilibrio tra la parte superiore del corpo e quella inferiore, segnando e stringendo il punto vita proprio per valorizzare la linea a clessidra del fisico.


Mantenere l’equilibrio nel fisico a clessidra significherà bilanciare sempre le proporzioni tra sopra e sotto, indossando top e pantaloni / gonne dalla stessa dose di volume: una maxi blusa larga e morbida, ad esempio, non valorizzerà il fisico se indossata con un paio di pantaloni skinny (la clessidra sembrerebbe, così, un triangolo rovesciato), così come un paio di pantaloni extralarge non accentuerebbero le linee a clessidra del corpo se abbinati ad una t-shirt aderentissima, trasformando piuttosto il fisico della clessidra in un fisico a pera! Equilibrio nei volumi vuol dire abbinare sempre capi dalle linee simili, che mostrino sempre la caratteristica struttura a 8 del fisico a clessidra. Indossare un top decorato per donare volume al décolleté significherà, dunque, bilanciare subito la figura abbinandogli una gonna stretta in vita ed un po’ ampia sulla gamba.

Come valorizzare il FISICO A CLESSIDRA









I pantaloni sono spesso il cruccio della donna clessidra, che sia una clessidra magra o curvy. E’ difficile trovare, infatti, un paio di pantaloni che vestano bene sia i fianchi che il punto vita della donna clessidra: solitamente, i pantaloni dal giusto girovita saranno troppo stretti sui fianchi e viceversa. Per questo, i pantaloni più adatti al fisico a clessidra sono quelli dal tessuto morbido ed elasticizzato, soprattutto se nel modello dalla vita alta e/o con la zampa di elefante, perfetta per equilibrare la silhouette mantenendo e valorizzando la forma a 8. Ok ai pantapalazzo ed ai jeans slim, attenzione invece ai modelli skinny e troppo aderenti, i modelli troppo ampi e larghi con cavallo basso o vita bassa. I colori perfetti per i pantaloni della donna clessidra sono quelli più scuri, in tinta unita oppure con piccole textures non troppo vistose: le fantasie troppo grandi sono da evitare poiché, soprattutto se in colori troppo vivaci, allargano di molto la figura.



Come valorizzare il FISICO A CLESSIDRA






Le gonne a matita (le cosiddette pencil skirts) sono perfette per la donna clessidra: evidenziano il punto vita, fasciano i fianchi e mantengono la forma a clessidra stringendosi nuovamente al ginocchio. Anche le gonne svasate ed ampie sulla coscia possono valorizzare questa silhouette, a patto che stringano sempre il preziosissimo punto vita! Le tinte unite, anche vivaci, sono più indicate, così come la classica lunghezza al ginocchio. Meglio evitare le gonne con maxi balze e le minigonne.

L’abito perfetto per la clessidra è il classico abito incrociato, con chiusura sul lato e sensuale scollo a V, perfetto per questa speciale silhouette. Sarà meglio evitare, invece, gli scolli a barca, troppo larghi e castigati, che allargano troppo la linea delle spalle e risultano più indicati ai fisici con torace minuto. Anche nel caso degli abiti, soprattutto nel caso del fisico a clessidra curvy e plus size, sono da evitare le grandi fantasie multicolor, preferendo invece le tinte unite o le textures piccole ed appena accennate.

Come valorizzare il FISICO A CLESSIDRA









Le giacche ed i soprabiti indicati per la donna clessidra sono, rispettivamente, le giacche avvitate e non troppo lunghe sui fianchi, come le classiche giacche da tailleur, da preferire al blazer maschile lungo e diritto, ed i cappotti con cintura in vita.


Gli accessori, per la donna clessidra, vanno grandi: via libera alle maxi borse da giorno, da indossare al braccio o sulla spalla. I tacchi alti sono i migliori amici della clessidra, purché siano proporzionati al corpo: un fisico morbido ed imponente sarà valorizzato da un tacco altrettanto massiccio, mentre un sottilissimo tacco a spillo non reggerebbe la silhouette e farebbe apparire le gambe più grosse. Alle ballerine, che renderebbero la figura un po’ tozza, sarà meglio preferire un tacco chunky. La cintura, alta e da stringere in vita, è l’accessorio immancabile nel guardaroba della donna clessidra. I collant, durante l’inverno, serviranno a snellire le gambe e saranno perfetti nei modelli coprenti ed ultracoprenti dai colori scuri.



Infine, alcuni consigli preziosi per la donna clessidra plus size:

  • Il décolleté andrà valorizzato con la giusta scollatura a V ed un punto vita sottostante ben segnato, ma senza troppi fronzoli sul seno, come balze e volant, che darebbero al torace un volume eccessivo.
  • Chi si sente a disagio con le sue rotondità (grande errore!) e non ama, in ogni caso, fasciare troppo le curve in abiti stretti e linee aderenti, può bilanciare la silhouette indossando lunghi maxicardigan in tessuti morbidi da stringere leggermente in vita con una cintura oppure un laccetto, valorizzando così la figura a clessidra senza comprimerla troppo.
  • Una gonna longuette stretta in vita e dal modello a ruota anni ’50 avvolge il corpo e lo rende armonioso senza fasciarlo come farebbe, invece, una stretta gonna a matita.
  • Il top perfetto per la clessidra plus size è la tunica morbida, con cintura allentata in vita e scollo a V non troppo profondo, da indossare con pantaloni morbidi che progressivamente si stringono sulla gamba (sempre in tessuti lisci, mai con pinces e rigonfiamenti sui fianchi!) ed un paio di tacchi chunky.

Come valorizzare il FISICO A CLESSIDRA




Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...